Per facilitare la tua ricerca, abbiamo suddiviso le domande più frequenti per categorie, così che tu possa trovare con facilità l’informazione che cerchi. E se quello che stai cercando non fosse contemplato, scrivici utilizzando l'apposita form nella pagina dei contatti.

Cosa è un marchio?
Il marchio è un “segno”, in forma di parole e/o sequenza di lettere e/o disegno e/ combinazioni di questi elementi, utilizzato per distinguere i propri prodotti/servizi da quelli della concorrenza.

Posso usare un marchio senza registrarlo?
E’ senz’altro possibile utilizzare un segno come marchio senza registrarlo, ma è generalmente difficile, se non impossibile, impedire che altri possa usare un segno simile

Che differenza c’è tra marchio registrato e marchio d’impresa?
In linea di principio: nessuna; infatti il termine “marchio registrato” indica che un segno – qualunque esso sia – è stato inserito in un elenco di segni registrati, che godono di una speciale protezione. Tuttavia, quando il segno venga utilizzato per indicare un prodotto o un servizio (per esempio “BACIO” per indicare un cioccolatino) si usa dire semplicemente “marchio registrato”; mentre quando il segno viene utilizzato per indicare un’azienda (per esempio “PERUGINA”) allora si usa dire “marchio d’impresa”

Quanto dura la registrazione di un marchio?
La registrazione di un marchio dura normalmente 10 anni; essa può però essere rinnovata per successivi decenni fintanto che il marchio continui ad essere usato come segno distintivo. Tuttavia, quando l’uso di un marchio cessa, o viene sospeso per oltre un quinquennio, la registrazione è suscettibile di decadenza

Un marchio registrato vale anche all’estero?
In linea generale, una registrazione di marchio è valida per il solo paese nel cui Registro è stato depositato il segno. Tuttavia esistono anche dei Registri sovranazionali, come principalmente il Registro dei Marchi Comunitari, ove un’unica registrazione di marchio è valida per tutto il territorio della UE

Che documenti servono per registrare un marchio?
a) una riproduzione di buona qualità (se si tratta di un marchio figurativo o misto) oppure la parola in carattere stampatello (se si tratta di marchio denominativo);
b) un elenco dei prodotti e/o servizi che si intende contrassegnare col marchio;
c) i dati completi della persona o dell’azienda che intende registrare il marchio: nome e cognome o ragione sociale, indirizzo/sede legale, codice fiscale e partita IVA;
d) una “lettera di incarico” firmata (il modulo relativo verrà fornito, già compilato una volta ricevuti gli altri documenti e dati.)

Quanto tempo occorre per ottenere un marchio?
a) per il certificato di deposito della domanda occorrono normalmente due giorni a partire dalla data in cui risultano completati almeno i seguenti documenti: a) una riproduzione di buona qualità del segno; b) un elenco dei prodotti e/o servizi. Eventuali altri documenti mancanti possono essere presentati successivamente al;
b) per il certificato di registrazione da parte dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi occorrono poi almeno 6-8 mesi per l’esame e la pubblicazione ed altri 3 mesi di attesa di eventuali opposizioni da parte di terzi; se non ci sono opposizioni il marchio può essere registrato in circa un anno. Attualmente, però, alcuni problemi tecnici presso l'UIBM (l'Ufficio statale che si occupa di concedere la registrazione dei marchi) stanno tenendo momentaneamente fermi i rilasci, per cui i tempi possono essere un po' più lunghi.

Nei costi di deposito è compresa la ricerca?
Nei costi di deposito per il marchio non è compresa la ricerca, che è un'operazione a parte.

Voglio fare un marchio in tutto il mondo: esiste il marchio mondiale?
No, esiste però convenzioni che permettono di raggruppare un certo numero di Paesi, anche se occorre esaminare caso per caso se il raggruppamento di interesse sia la soluzione ideale ai problemi che si vogliono affrontare.

Che documenti servono per depositare un brevetto?
a) una breve descrizione che illustri il problema che si affronta, come lo si affrontava in passato e come viene risolto dall'invenzione;
b) disegni di buona qualità, possibilmente a tratto (non rendering) nella misura necessaria a comprendere l’oggetto dell’invenzione;
c) nel caso di invenzione nel settore chimico, è opportuno fornire esempi di come l'invenzione funzioni e, se possibile, esempi di confronto con soluzioni della tecnica precedente;
d) i dati completi della persona o dell’azienda che richiede il brevetto: nome e cognome o ragione sociale, indirizzo/sede legale, codice fiscale e partita IVA;
e) una “lettera di incarico” firmata (il modulo relativo verrà fornito, già compilato, una volta ricevuti gli altri documenti e dati).

Quanto tempo occorre per ottenere un brevetto?
a) per la elaborazione e messa a punto di un testo di brevetto – in stretta collaborazione con l’inventore - normalmente si prevede un tempo di un mese (anche molto meno in casi di particolare urgenza);
b) per il certificato di deposito della domanda normalmente si prevede un tempo di una settimana a partire dalla data di definizione del testo e degli altri documenti;
c) entro 9 mesi dal deposito l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi emette un rapporto di ricerca. Se questo rapporto contiene riferimenti relativi ad eventuali precedenti invenzioni, occorre dar seguito con una memoria di spiegazioni e/o con modifiche al testo del brevetto;
d) il brevetto viene concesso al termine di questa fase di esame, che può durare anche qualche anno.

Si può brevettare un'idea?
Non si può ottenere un brevetto per un’idea astratta o di principio, bensì per una o più realizzazioni tecniche attuate sulla base di questa idea. In altre parole, occorre che il testo del brevetto dia una illustrazione dell’invenzione sufficientemente dettagliata da consentire a un lettore di metterla in opera.

Nei costi di deposito è compresa la ricerca?
Nei costi di deposito del brevetto italiano è compresa la ricerca che l'Ufficio fa dopo il deposito; se si desidera una ricerca preventiva al deposito, si tratta di un'operazione separata e, dunque, non è compresa.

Voglio fare un brevetto in tutto il mondo: esiste il brevetto mondiale?
No, esiste però convenzioni che permettono di raggruppare un certo numero di Paesi, anche se occorre esaminare caso per caso se il raggruppamento di interesse sia la soluzione ideale ai problemi che si vogliono affrontare.

Che documenti servono per depositare un design?
Una breve descrizione che illustri l’aspetto e le caratteristiche estetiche del modello;
Disegni di buona qualità, possibilmente a tratto e non rendering;dati completi della persona o dell’azienda che richiede la registrazione: nome e cognome o ragione sociale, indirizzo/sede legale, codice fiscale e partita IVAlettera di incarico firmata dal Richiedente (il modulo precompilato verrà fornito una volta ricevuti gli altri documenti e dati.

Quanto tempo occorre per ottenere una registrazione di modello di design?
Per il deposito della domanda occorrono normalmente un paio di settimane per la definizione dell’ambito di protezione di interesse, la predisposizione dei documenti e la preparazione della domanda;
Per la registrazione l’Ufficio Italiano Brevetti può impiegare da qualche mese ad oltre un anno.

Voglio fare un design in tutto il mondo: esiste il design mondiale?
No, esiste però convenzioni che permettono di raggruppare un certo numero di Paesi, anche se occorre esaminare caso per caso se il raggruppamento di interesse sia la soluzione ideale ai problemi che si vogliono affrontare.

Che documenti servono per registrare un marchio?
a) una riproduzione di buona qualità (se si tratta di un marchio figurativo o misto) oppure la parola in carattere stampatello (se si tratta di marchio denominativo);
b) un elenco dei prodotti e/o servizi che si intende contrassegnare col marchio;
c) i dati completi della persona o dell’azienda che intende registrare il marchio: nome e cognome o ragione sociale, indirizzo/sede legale, codice fiscale e partita IVA;
d) una “lettera di incarico” firmata (il modulo relativo verrà fornito, già compilato una volta ricevuti gli altri documenti e dati).

Che documenti servono per depositare un brevetto?
a) una breve descrizione che illustri il problema che si affronta, come lo si affrontava in passato e come viene risolto dall'invenzione;
b) disegni di buona qualità, possibilmente a tratto (non rendering) nella misura necessaria a comprendere l’oggetto dell’invenzione;
c) nel caso di invenzione nel settore chimico, è opportuno fornire esempi di come l'invenzione funzioni e, se possibile, esempi di confronto con soluzioni della tecnica precedente;
d) i dati completi della persona o dell’azienda che richiede il brevetto: nome e cognome o ragione sociale, indirizzo/sede legale, codice fiscale e partita IVA;
e) una “lettera di incarico” firmata (il modulo relativo verrà fornito, già compilato, una volta ricevuti gli altri documenti e dati).

Che documenti servono per depositare un design?
una breve descrizione che illustri l’aspetto e le caratteristiche estetiche del modello;
disegni di buona qualità, possibilmente a tratto e non rendering;dati completi della persona o dell’azienda che richiede la registrazione: nome e cognome o ragione sociale, indirizzo/sede legale, codice fiscale e partita IVAlettera di incarico firmata dal Richiedente (il modulo precompilato verrà fornito una volta ricevuti gli altri documenti e dati;

Quanto tempo occorre per ottenere un marchio?
a) per il certificato di deposito della domanda occorrono normalmente due giorni a partire dalla data in cui risultano completati almeno i seguenti documenti: a) una riproduzione di buona qualità del segno; b) un elenco dei prodotti e/o servizi. Eventuali altri documenti mancanti possono essere presentati successivamente al;
b) per il certificato di registrazione da parte dell’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi occorrono poi almeno 6-8 mesi per l’esame e la pubblicazione ed altri 3 mesi di attesa di eventuali opposizioni da parte di terzi; se non ci sono opposizioni il marchio può essere registrato in circa un anno. Attualmente, però, alcuni problemi tecnici presso l'UIBM (l'Ufficio statale che si occupa di concedere la registrazione dei marchi) stanno tenendo momentaneamente fermi i rilasci, per cui i tempi possono essere un po' più lunghi.

Quanto tempo occorre per ottenere un brevetto?
a) per la elaborazione e messa a punto di un testo di brevetto – in stretta collaborazione con l’inventore - normalmente si prevede un tempo di un mese (anche molto meno in casi di particolare urgenza);
b) per il certificato di deposito della domanda normalmente si prevede un tempo di una settimana a partire dalla data di definizione del testo e degli altri documenti;
c) entro 9 mesi dal deposito l’Ufficio Italiano Brevetti e Marchi emette un rapporto di ricerca. Se questo rapporto contiene riferimenti relativi ad eventuali precedenti invenzioni, occorre dar seguito con una memoria di spiegazioni e/o con modifiche al testo del brevetto;
d) il brevetto viene concesso al termine di questa fase di esame, che può durare anche qualche anno.

Quanto tempo occorre per ottenere una registrazione di modello di design?
Per il deposito della domanda occorrono normalmente un paio di settimane per la definizione dell’ambito di protezione di interesse, la predisposizione dei documenti e la preparazione della domanda;
Per la registrazione l’Ufficio Italiano Brevetti può impiegare da qualche mese ad oltre un anno.

Nei costi di deposito è compresa la ricerca?
Nei costi di deposito per il marchio non è compresa la ricerca, che è un'operazione a parte. Nei costi di deposito del brevetto italiano è compresa la ricerca che l'Ufficio fa dopo il deposito; se si desidera una ricerca preventiva al deposito, si tratta di un'operazione separata e, dunque, non è compresa.